Il percorso

Scritto da Avis Robbio

Per rendere più chiari i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni al "Percorso dei Donatori" in sede, Avis Robbio ha elaborato un grafico in cui sono evidenziati i tre casi che si verificano durante le sedute di prelievo.

Nel caso della donazione, il donatore dovrà pre-munirsi di numero progressivo (attraverso l'apposita macchina posizionata all'ingresso) e comunicare i propri dati al personale di segreteria addetto all'accettazione che provvederà alla stampa del foglio anamnestico. Dopo aver atteso il proprio turno, il donatore può recarsi negli ambulatori predisposti alla misurazione del livello di emoglobina e alla rilevazione della pressione arteriosa. Se i valori rientrano nei range previsti dalle normative, il donatore attende il suo turno per il colloquio con il medico che verificherà la sua idoneità attraverso il questionario anamnestico. Ricevuta l'idoneità alla donazione, il donatore può recarsi in sala prelievi, dopo aver preso la sua sacche e le sue rispettive provette, fornite dal personale addetto. Dopo aver donato, il donatore è atteso nella zona ristoro.

In caso di esami di controllo, invece, il donatore, dopo aver ricevuto il foglio anamnestico dal personale di accettazione, si reca direttamente a colloquio con il medico che selezionerà il profilo di esami corrispondente alla sua situazione. Il donatore si può recare, quindi, in sala prelievi dove verrà effettuato il prelievo. Dopo il prelievo, il donatore è atteso nella zona ristoro.

La persona che decide di diventare donatore, raggiunge l'ufficio con il personale preposto che provvederà all'inserimento della nuova anagrafica. Qui, infatti, l'aspirante donatore comunica i suoi dati al fine di creare una scheda personale. Il personale si preoccuperà di stampare la domanda di iscrizione e il foglio anamnestico che viene compilato, poi, nel colloquio con il medico. Se l'aspirante donatore riceve l'idoneità dal medico, può recarsi in sala prelievo dove verranno effettuati gli esami di legge previsti. Terminato il prelievo, anche l'aspirante donatore, è atteso nella zona ristoro.